CB01 ↑ A un metro da te Streaming Ita Completo Full/Hd

A un metro da te Streaming ITA
Guardare A un metro da te Streaming Ita Completo Film Completo ITA. A un metro da te in altadefinizione gratis e senza registrazioni da pc , computer, tablet e smartphone.


Anno :
Durata : 116 Minutes

Paese: Wayfarer Entertainment, CBS Films
Regia: Justin Baldoni, Frank G. DeMarco, Mikki Daughtry, Tobias Iaconis, Angela M. Catanzaro, Justin Baldoni, Cathy Schulman, Christopher H. Warner

Genere : Romance, Dramma

Attori : Haley Lu Richardson, Cole Sprouse, Moisés Arias, Kimberly Hebert Gregory, Parminder Nagra, Claire Forlani, Emily Baldoni, Gary Weeks, Rebecca Chulew, Sue-Lynn Ansari
Qualità : DVD RIP

Note :

Qualità standard ( 720P )

SINOSSI del Film:
Stella, diciassettenne, trascorre la maggior parte del tempo in ospedale perché affetta da fibrosi cistica. La sua vita è piena di routine, confini e autocontrollo: tutti sono messi alla prova quando incontra Will, un adolescente incredibilmente affascinante che ha la sua stessa malattia.


Trailer : Guardare A un metro da te Streaming ITA

Tags: A un metro da te Streaming ITA, A un metro da te Film Streaming, A un metro da te film streaming ita, gratis Film, Guradare A un metro da te Film HD, Guarda A un metro da te streaming

Sinossi : Pagina
streaming : Pagina
Trailer : Pagina

BUON TEEN-DRAMA DEL SOTTOGENERE AMORE E MALATTIA. CONVINCE LA PRIMA PARTE, SI PERDE NEI CLICHÉS LA SECONDA.

Stella ha una malattia genetica, la fibrosi cistica, che la costringe a lunghi periodi di degenza ospedaliera, nella speranza di un trapianto di polmoni. Stella ha anche molto coraggio e un passato che la obbliga a restare aggrappata alla vita, curandosi con estrema diligenza e aggiornando il suo vlog perché altri possano seguire il suo esempio. Will, invece, è nuovo nel reparto ospedaliero, la sua forma di fibrosi cistica è grave e lui non trova un motivo per illudersi di poter vivere. Almeno finché non si innamora di Stella. A quel punto tutto cambia, perché anche se non possono abbracciarsi né baciarsi, e sono costretti a stare ad un metro di distanza l’uno dall’altra, Will e Stella sono determinati a trovare il modo di stare insieme.

Tornano Romeo e Giulietta e la loro frettolosa e struggente storia d’amore adolescenziale, paradigmatica nella semplicità della granitica premessa, imperitura per definizione, perché l’amore a quest’età ha l’intensità della morte, la sua necessità e assolutezza.

Ma più ancora che agli amanti tristi di Shakespeare, i protagonisti di A un metro da te riportano alla mente quelli di Titanic, col loro primo incontro durante il tentato suicidio di Rose (qui invece è Will in posizione pericolosa) e la promessa che Jack le strappa di poterla disegnare, ponendo le basi sulla carta di un processo di fissazione dell’amata che strizza l’occhio al dispositivo cinematografico che lo contiene. Stella e Will, però, sono anche ragazzi di oggi, che si fanno compagnia tramite lunghe videochiamate, si cercano e si negano via whatsapp, pranzano, studiano e si confrontano via smartphone anche se le loro stanze affacciano sullo stesso corridoio.

Il film di Justin Baldoni ha il merito indiscutibile di non fare della malattia un espediente superficiale, e di descrivere la quotidianità dei giovani pazienti e le piccole strategie di sopravvivenza alla prigionia ospedaliera col giusto spirito e un punto di vista tutto interno ai personaggi, che lascia gli adulti fuori dai confini del loro mondo. Ma forse è anche di un’altra infermità che parla, tra le righe, molto più comune e diffusa.

UNA GRANDE STORIA D’AMORE SEGNATA DALLA MALATTIA.

I diciassettenni Stella e Will si innamorano a prima vista. Ma la loro non sarà una storia d’amore facile. I due sono infatti ricoverati in ospedale perché gravemente malati. Il loro stato di salute li costringe inoltre a stare sempre ad una distanza di un metro e mezzo l’uno dall’altra, qualsiasi contatto potrebbe essere per loro fatale. Questo non li scoraggia nel voler continuare a coltivare il loro rapporto anche se sembra avere, inevitabilmente, i giorni contati.

Diretto e prodotto dal poliedrico Justin Baldoni (visto ultimamente come attore nella serie di successo Jane the Virgin), A un passo da te si va a collocare in quel filone di film adolescenziali su storie d’amore segnate dalla malattia.

Il precursore più influente è sicuramente Colpa delle stelle, a cui si sono susseguiti una serie di prodotti per i più giovani che si sono ritagliati un buon risultato di pubblico e critica. Alcuni titoli recenti: Quel fantastico peggior anno della mia vita, Il sole a mezzanotte – Midnight Sun, Noi siamo tutto. In tutti i casi la malattia di uno, o di entrambi i protagonisti, segna in maniera incontrovertibile il loro rapporto, dando un nuovo significato e nuove dinamiche al giovane sentimento amoroso.

In tutte queste operazioni non manca mai l’appiglio di un interprete tra i più in voga nell’ambiente teen del momento. A un passo da te non fa eccezione, avvalendosi di Cole Sprouse come protagonista. L’attore, dopo esser stato insieme al fratello uno dei volti Disney nelle varie stagioni di Zack e Cody, è infatti diventato negli ultimi anni uno dei punti di riferimento per i giovanissimi d’America, interpretando il tenebroso Jughead Jones nella serie TV di successo Riverdale.

Author: admin